Ramadan 2020: il racconto del digiuno dall'alba al tramonto.
Notizia della settimana

Domande e risposte dal sapore marocchino sul digiuno musulmano.

Cucina è cultura e amore. E cucina è anche tradizione e regole.  

Oggi, per esempio, 24 aprile 2020, inizia il mese di digiuno musulmano, il Ramadan, un momento di congregazione religiosa che ricorre ogni anno per commemorare la rivelazione del Corano a Maometto. 

E per conoscere di più di questo momento importante, ho chiesto aiuto e informazioni all’amica Maha Belkaid, una ragazza di origine marocchina che mi ha risposto alle domande sulla sua cultura e sulle ricette di famiglia. 

D. “Maha, quando inizia il Ramadan?

R. “Si fa riferimento al calendario lunare, infatti, il Ramadan cade il 9° mese dell’anno (su 12 mesi), quest’anno appunto cade il 24 aprile. L’anno scorso era iniziato il 6 maggio e il prossimo anno sarà circa a metà aprile in base alla luna crescente. “

*(Dato che il calendario islamico è composto da 354 / 355 giorni – 10 o 11 giorni in meno dell’anno solare- , ogni anno il mese del Ramadan è in un momento differente dell’anno solare e procede, pertanto, retrocedendo).

D. “Quanto dura?”

R. “Un mese. Non si tratta solo di calcoli, infatti osservando la luna si sa quando inizia e poi quando terminerà.”

D.” A che ora inizia e finisce?” .

R.”Dall’alba al tramonto. Se è durante il periodo estivo quindi risulterà più duraturo mentre se in periodo invernale è più corto e in questa fase non è consentito nè mangiare nè bere. 

E’ il mese in cui fu rivelato il Corano e si digiuna come sacrificio verso Allah e i fedeli sono invitati alla preghiera. Si leggono più  Sura cioè parti del Corano dal primo giorno fino alla fine, per avvicinarci di più a Dio.”

D. “Parliamo di cibo. Cosa è consentito mangiare durante il Ramadan?” 

R.”Prima dell’alba si consuma un pasto chiamato suḥūr che consiste nel bere un bicchier d’acqua, un dattero e latte di kefir, molto denso e consistente.

Al tramonto,invece, non appena consentito, viene consumato un altro pasto chiamato ifṭār: noi mangiamo una zuppa al tramonto chiamata harira“, molto ricca di ingredienti come carne, verdure varie,ceci e pomodori che ti permettono di stare in forze per tutto il giorno. 

Tra i dolci noi realizziamo la “shebākia”  i cui ingredienti sono uova, farina, sale, zafferano, aceto, fiori d’arancio, gomma arabica, anice, mandorle, cannella, sesamo e olio di oliva. Questa pasta poi viene fritta e spennellata con miele e semi di sesamo. (n.d.A. Il video della preparazione di questo dolce è alla fine dell’articolo ed è davvero delizioso!)

D. “Quali sono invece i cibi che si consumano quando termina il Ramadan?”

R. “In Marocco, da dove provengo io, quando finisce il Ramadan, si usa fare una preghiera alla mattina e dopo ci si riunisce tutti insieme per festeggiare. A pranzo si consuma il Cous Cous tradizionale che sancisce un vero e proprio giorno di festa!”. 

Ed ecco un video della shebākia  realizzato dalla stessa Maha! 

Ramadan Mubarak!

Desidero ringraziare Maha e la sua famiglia per il prezioso contributo, non solo per avermi dedicato del tempo ma anche per avermi aiutata a conoscere e comprendere di più le tradizioni, la cultura e le ricette di un altro paese che non vedo l’ora di assaggiare!!

 

 

Articoli Correlati